Gwen rise come fosse fatta d’argento e campanelli. Quando abbassò il cappuccio, Jonas rimase senza parole. Gwen Coventry era Vassilissa la bella, uscita da un libro di fiabe russo. Era Rosaspina ed i suoi fratelli erano di certo cigni, mentre sua madre era una regina. Mille anni di sonno magico non ne avrebbero intaccato la bellezza.