Victorian Solstice Vol. 1

Victorian Vigilante

Una segretaria per Milord

Londra, 1890 – Che cosa succede quando un medium che parla con i morti e il poliziotto più scettico di Scotland Yard sono costretti a lavorare insieme?

Combattiamo nelle tenebre senza sapere se meriteremo la luce. Combattiamo perché non possiamo fare altro. Perché qualcuno lo deve fare.

Londra, 1912 – Al grido di: Il voto alle donne, Emy White si è incatenata davanti ai cancelli del Parlamento. Può una suffragetta innamorarsi di un Lord?

Prima di Victorian Solstice c’erano un Mago, un Medium e una donna libera.
Poi gli Arcani hanno parlato.
Prima che qualcosa cominci occorre che qualcos’altro finisca.
Questa è la fine di tutto. Per il principio bisogna aspettare Jonas Marlowe.

Scarica l’ebook gratuito. 
Per i contenuti trattati la lettura è consigliata a un pubblico maggiorenne e privo di pregiudizi.

“In questo teatro vedo il tuo sarcofago di vetro, Cristophe. Quello per la Tortura Giapponese dell’Acqua.”
“Cinese.”
“Quello che è. Il sarcofago è pieno d’acqua e dentro ci sei tu. E tu stai annegando, non riesci a liberarti dalle manette. Ti dibatti, annaspi. La cosa sembra durare un’eternità. Poi svieni e anneghi. Quando ti tiro fuori da lì, sei morto.”
Safire tirò l’ultima boccata e poi gettò il mozzicone oltre il parapetto. La sigaretta descrisse un arco triste in mezzo alla caduta pigra dei fiocchi di neve che si andavano ingrossando, e scomparve sotto di loro. Il Mago rimase silenzioso a guardare la neve che cadeva sul Tamigi. Jericho lo fissava, aspettandosi una reazione di qualche tipo. Silenzio.
“Non dici niente?”
Safire studiò il cielo, solo di qualche tono meno opprimente del colore limaccioso delle acque del fiume e disse.
“Si prepara una bella nevicata.”
Il Medium lasciò cadere le braccia e sbottò.
“Sei sempre il solito stronzo!”

I nostri libri