Nome: Tristan
Cognome: Mercyful
Età: 50 (??)

Aspetto: Non molto alto, decisamente smilzo, un elfo fatto di giunchi e fuscelli nodosi. Nè giovane nè vecchio, ed entrambe le cose, in un connubio a volte curioso, spesso inquietante. Veste con ricercatezza, con abiti palesemente non suoi, raccattati chissà dove, chissà da chi, e non rinuncia mai al cappello e al bastone da passeggio, segni distintivi, a suo dire, di ogni gentiluomo degno di tale nome.

Carattere: Tristan sorride. Tristan si arrabbia. E spesso la sua espressioen non muta. Tristan + arrabbiato. Tristan è allegro. Ma vai a capire dove comincia un’emozione e ne finisce un’altra. Tristan fischietta spesso, a volte canta. E non è detto che lo faccia di gioia….

Storia: Atto primo: Tristan Mercyful vive felice a Inverness con la
moglie e due figli. Gestisce una piccola macelleria e la vita sembra scorrere
con dignità e soddisfazione
Atto secondo: approfittando di un viaggio improvviso della moglie Tristan
invita a pranzo un vicino e altri amici. Il vicino, la scomparsa del quale
viene denunciata dalla famiglia, verrà trovato morto appeso a un gancio nel
retrobottega della macelleria.
Atto terzo: Il macellaio viene condannato per l’omicidio e imprigionato. Su di
lui grava anche l’ombra della scomparsa della moglie e dei figli, che non
tornarono più dal loro viaggio.
Atto quarto: London bridge is falling down…. Tristan è a Londra. Commercia ancora in carne nell’East End. Non ha più una macelleria, ma ha una nuova famiglia.

Residenza: Da qualche parte a Blackfriars