5.0 su 5 stelle Passato, presente e futuro per J&J, 8 agosto 2014
Questa recensione è su: I Fantasmi dei Natali passati (Formato Kindle)
In questo episodio Jericho e Jonas indagano sugli omicidi di giovani ragazzi dediti alla prostituzione maschile. Anche questa volta si ha una connessione tra la Londra bene e i bassifondi. È un confondere la parte sana ed elegante della società con la feccia, tuttavia ciò mette in evidenza come nell’essenza i ruoli si invertano. L’eleganza esterna è una maschera della lordura interiore. La cosiddetta feccia il più delle volte è disperazione allo stato puro, è lotta alla sopravvivenza, è barattare il corpo per non morire di stenti. Purtroppo l’anima non rimane immune. È questo che ci racconta Jericho attraverso i flashback del suo passato. Una pietà inaspettata si intravede tra i protagonisti. Jericho sa, comprende, soffre per quei ragazzi, il passato torna con i suoi fantasmi e l’istinto spinge a fuggire. La pietà di Jonas è diversa. Lui è un uomo onesto, è il senso di giustizia innato che lo spinge a dare un nome a un assassino.Il passato dei due inevitabilmente si intreccia, il presente si svela, il futuro è frutto di speranza.

I fantasmi dei Natali passati è anche una storia di amore, l’amore puro, senza barriere sociali. Può avere il volto di un giovane uomo senza speranza di redenzione e di una donna che combatte per lui contro tutto e tutti. Ha le sembianze di un buttafuori russo e di un ragazzino che ha il visto il peggio della vita. Un amore commovente, aperto a qualsiasi epilogo.

Con I fantasmi dei Natali passati un cerchio si chiude e rimane la vita con le sue incertezze, i suoi dubbi e la speranza.