Nome: Alexander Valodievich “Valodia”
Cognome: Gordienko
Età: 40

Aspetto: Alto (supera 1,95 m), la costituzione naturalmente robusta resa ancora più imponente dalla vita militare (prima) e da quella di mare (poi). Parecchie cicatrici sul corpo raccontano la storia di una vita quanto mai variegata. O la racconterebbero, se a qualcuno interessasse starla a sentire. Occhi verde/blu, dal taglio malinconico, capelli castani precocemente spruzzati di grigio. Per il suo aspetto imponente, il suo sguardo truce e la sua voce profonda e cavernosa (ma anche per altre sue caratteristiche non prettamente fisiche…) è stato sprannominato dai ragazzi dell’Anemone Club l’Orco. Indossa sempre un lungo cappotto di pelle nera.

Carattere: Taciturno, poco incline alla compagnia, robusto bevitore, dotato di un senso dell’umorismo che sfugge ai più.
Potrebbe dare l’impressione di non possedere una mente particolarmente brillante, ma la verità è che, per la maggior parte del tempo, non ritiene necessario sprecare fiato per illustrare le proprie idee agli inglesi.
Le sue reazioni, a volte lente, a volte incredibilmente veloci per un individuo della sua mole, risultano spesso imprevedibili, e, quando sono violente, lasciano di rado scampo a chi ha la sfortuna di trovarselo davanti.
Non si considera al servizio di August Lovelace. Tutt’al più un collaboratore.

Storia: Nessuno sa chi sia veramente, nè da dove venga. Si dice che sia stato un soldato, un marinaio, ma tutto è ammantato da un alone di leggenda su cui i ragazzi dell’Anemone non mancano di congetturare. Gli si attribuisce una carriera nel Circo, un passato di spia, perfino di ecclesiastico. Qualcuno mormora addirittura che sia di nobili natali, e che se la sua famiglia non fosse caduta in disgrazia, nel suo paese sarebbe una specie di principe…

Residenza: Cleveland Street, presso l’Anemone Club